Notizie - Notizie TRAIL-O

TRAILO FED 21/11/2010

MILANO: Conclusa la stagione 2010 trail-O. Madella bissa successo di tappa e classifica generale in Coppa Italia

Remo Madella, Guido Michelotti ed Elvio Cereser per la singola tappa. Madella, Michelotti ed Alessio Tenani nella classifica generale Open Elite. Nella categoria Paralimpici Roberta Falda supera il suo “presidente” Alfredo Sartori nella tappa, mentre nella classifica generale fra i due si inserisce Nelvio Artuso. Questo l’esito della finale di Coppa Italia 2010 di Trail-O disputata sabato 20 novembre al Parco Forlanini di Milano, a cura dell’Unione Lombarda Milano sui tracciati disegnati da Marco Giovannini.
Un percorso da parco cittadino che però si è dimostrato assai lungo e molto difficile, a partire dai primi due punti a tempo che, con gli ultimi due inseriti a fine gara, hanno fatto letteralmente strage di concorrenti. Due ore il tempo massimo previsto per la prova, e se da un lato tutti quanti sono riusciti a rimanere entro il limite, dall’altro non sono stati pochi gli arrivi “in volata” proprio in prossimità dello scoccare del centoventesimo minuto.

La gara ha visto un ennesimo testa a testa tra i due atleti che si sono staccati dal resto del gruppo nel finale di stagione: Remo Madella (Cus Parma) ha completato una stagione praticamente perfetta a livello nazionale, e dopo la vittoria ai Campionati Italiani di Trieste-Monte Prat ha fatto sua la tappa finale e la classifica generale. Guido Michelotti (Arco di Carta) è sempre l’atleta che più da vicino lo tallona: il loro duello promette di alzare ancora di più il livello generale delle competizioni e sarà sicuramente una ottima spinta per le competizioni internazionali 2011 che vedranno ancora una volta i due vestire la maglia della nazionale azzurra.
Per il terzo del Parco Forlanini, Elvio Cereser (Corivorivo) una ennesima conferma nella stagione che lo ha visto balzare ai vertici del movimento nazionale con qualche prima puntata di rilievo internazionale. Alessio Tenani (GS Forestale) ha confermato la sua classe, come atleta e anche come cartografo (come sono del resto anche Madella e Michelotti), e non è sicuramente lontano il momento nel quale l’atleta emiliano potrà puntare a scindersi effettivamente nei due impegni di C.O. e di Trail-O anche a livello internazionale.

Alcuni commenti raccolti al volo nel dopo-gara.

Remo Madella: “Sono ovviamente contentissimo dell’esito della gara. La classifica generale di Coppa prima dell’ultima prova mi consentiva di vincere anche con un quinto posto, quindi sono stato molto dubbioso sulla tattica da applicare, se conservativa o rischiosa: alla fine, il fatto di aver vinto anche la tappa è fonte di grande gioia! Un finale di stagione davvero soddisfacente.
Avevo letto nei commenti ufficiali pre-gara sul sito www.trailo.it che il tracciatore Marco Giovannini si aspettava una vittoria a quota 20 punti sui 22 concessi. Questo mi ha fatto capire che la gara sarebbe stata davvero difficile. I primi due punti a tempo sono stati una partenza “col botto”: il tracciatore ha colpito subito duro, e da metà gara in poi ho avuto davvero il mal di testa per lo sforzo di tenere sotto controllo tutto lo scenario di gara.
Devo dire anche che poco prima di metà gara, su un paio di punti difficili non avevo tutti gli elementi per stabilire con certezza la risposta esatta. Qui si è introdotta, ma solo qui, un po’ di aleatorietà (o di fortuna) che dobbiamo cercare di eliminare nelle gare di alto livello. Peccato, perchè per il resto del percorso il tracciatore è riuscito a offrire un tracciato impegnativo senza che si dovesse ricorrere a un po’ di buona sorte. Ma ho avuto un pizzico di fortuna anche in questo caso. Ho chiuso la gara a quota 21... quindi in fondo è come se io avessi battuto anche il tracciatore!”

Guido Michelotti: “E’ stata una gara equa, che ha messo tutti i concorrenti in grado di esprimere il massimo delle loro potenzialità. Io continuo a prediligere le gare nei boschi, perchè penso che siano questi gli scenari in grado di alzare il nostro livello competitivo fino a quello delle nazioni leader; ma l’Unione Lombarda aveva a disposizione questa carta, ed il tracciatore ha tirato fuori il meglio. Ricorderò questa gara soprattutto per i punti a tempo: sono stati i più difficili ed interessanti che ho mai fatto in una gara italiana. Tutti e quattro. In tutte le occasioni la mia prima risposta, quella che avrei dato di getto, si sarebbe rivelata sbagliata! Ho sempre dovuto impegnarmi al massimo e sfruttare la maggior parte del minuto concessomi per arrivare a capo dei quesiti. Ed in gara ho avuto la netta percezione del fatto che la classifica di vertice si sarebbe basata molto sul risultato dei punti a tempo”.

Alessio Tenani: “Dopo la vittoria di domenica a Venezia, questa settimana ho avuto un guaio fisico; ma volevo assolutamente essere presente per giocarmi le mie chances. I primi due punti a tempo mi hanno messo in difficoltà e quando ho dato la risposta al secondo punto, e nel giro di un solo secondo mi sono reso conto di aver sbagliato... ecco quel punto ha condizionato tutta la mia prima parte di gara: fino all’ottavo punto, infatti, ho avuto in testa quell’errore al T2 e sono andato molto piano. Soltanto dopo mi sono ripreso.”
Le premiazioni si sono concluse con l’assegnazione del Campionato Italiano di società 2010 che è andato al CUS Parma per la categoria Open e alla società Gronlait per la cat. Paralimpici.
In chiusura, il Consigliere Federale Fulvio Lenarduzzi ha ringraziato i presenti per l’attaccamento e l’interesse dimostrato verso la disciplina, si è complimentato con le società che con encomiabile spirito di servizio hanno organizzato tutti gli eventi programmati nella stagione agonistica 2010 e illustrato il calendario 2011 che vedrà l’introduzione di tre gare di Temp-O. Ma ci sarà tempo per parlarne...

Stefano Galletti
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

1 MADELLA Remo C.u.s. Parma A.s.d. Sez. Orienteering 20 109 95,27
2 MICHELOTTI Guido A.s.d. Arco Di Carta 20 174 94,61
3 CERESER Elvio Gruppo Sportivo Dilettantistico Corivorivo 19 124 87,29
4 TENANI Alessio Gruppo Sportivo Forestale 18 157 79,97
5 BETTIN Renato Orienteering Swallows Noale A.s.d. 18 217 79,31
6 GRILLI Alberto C.u.s. Parma A.s.d. Sez. Orienteering 16 216 65,33
7 LENARDUZZI Fulvio Orienteering School Friuli 16 223 64,67
8 VISIOLI Andrea C.u.s. Parma A.s.d. Sez. Orienteering 16 285 64,01
9 DE PIERI Susy C.u.s. Parma A.s.d. Sez. Orienteering 15 210 56,69
10 CORTELLAZZI Edoardo C.u.s. Parma A.s.d. Sez. Orienteering 15 289 56,03
11 PADOAN Paolo A.s.d. Polisportiva. Bissuola 15 309 55,37
12 MICHELOTTI Giuliano A.s.d. Arco Di Carta 14 166 48,05
13 GRASSI Paolo Mario Fitmonza Orienteering Team 13 271 40,73
14 CAVAZZANI Augusto A.s.d. Orienteering Pergine 13 329 40,07
15 FALDA Roberta Gronlait Orienteering Team A.s.d. 12 267 32,75
16 MINIOTTI Corrado G. S. Orientamento Torino 11 324 25,43
17 BELTRAMO Marina G. S. Orientamento Torino 11 342 24,77
18 MICHELOTTI Marcello A.s.d. Arco Di Carta 10 358 17,45
19 BERTOTTI Francesco Polisportiva Centro Adolescere Voghera 10 364 16,79
20 MANTEGA Silvia A.s.d. Orienteering Pergine 10 389 16,13
21 LO GRASSO Antonino Orientamondo 9 286 8,81
22 SARTORI Roberto Gronlait Orienteering Team A.s.d. 5 287

 

Fonte: http://www.fiso.it/04_notizie/dettaglio.asp?id=4348

Ultimo aggiornamento (Domenica 28 Novembre 2010 22:31)